PIANO FORMATIVO   PROGRAMMA UNICO

Programma Unico Stage


Il Programma di Formazione offre un insegnamento teorico, vivenciale e metodologico perfezionato in 50 anni di studi.

Le Scuole di Biodanza SRT IBF-CIMEB seguono il Programma Unico Mondiale, questo implica la facoltà di facilitare Biodanza in tutto il mondo. 

Stage n°1: Definizione e Modello Teorico di Biodanza 

- Origini della Biodanza.
- Significato primordiale della danza.
- Biodanza nel contesto storico e antropologico della danza.
- Definizione di Biodanza.
- Origine del modello teorico di Biodanza.
- Significato della nozione di modello in ambito scientifico.
- Modello teorico di Biodanza: spiegazione di ogni concetto che fa parte di questo.

Stage n°2:  Inconscio Vitale e Principio Biocentrico
- Principio biocentrico: un nuovo paradigma per le scienze umane.
- La vita come imperativo cosmico.
- Aspetti anti-vita delle quattro grandi culture dominanti.
- Inconscio vitale: concetto.
- Inconscio vitale: antecedenti.
- L’Inconscio vitale e l’umore endogeno.
- Estratti dell’Inconscio: Inconscio personale, Inconscio collettivo, Inconscio vitale. Le rispettive modalità d’accesso.

Stage n°3: la Vivencia
- Concetto di vivencia.
- La vivencia come metodo di accesso all’Identità.
- Caratteristiche della vivencia.
- Vivencia, emozione e sentimento.
- Protovivencia.
- Le Cinque linee di vivencia.
- Verso un’epistemologia della vivencia.

Stage n°4: Aspetti Biologici di Biodanza
- Teorie sull’origine dell’universo.
- Teorie sull’origine della vita.
- Principi universali degli esseri viventi: filiazione biologica, replicazione, autorganizzazione, invarianza riproduttiva, teleonomia, evoluzione selettiva, differenziazione, memoria, autoregolazione.

Stage n°5: Aspetti Fisiologici di Biodanza
- Articolazione del neo-encefalo e dell’archeo-encefalo.
- Sistema nervoso centrale.
- Concetto di sistema integratore-adattativo limbico-ipotalamico.
- Sistema nervoso periferico autonomo (simpatico e parasimpatico).
- Effetti di Biodanza sul sistema neurovegetativo.
- Integrazione tra il sistema nervoso, il sistema endocrino e quello immunitario.

Stage n°6: Aspetti Psicologici di Biodanza
- Antecedenti psicologici di Biodanza: S. Freud, C.G. Jung, W. Reich, J.Lacan, C.Rogers, J. Hillman.
- Teoria degli istinti.
- Biodanza: il riscatto degli istinti.
- Emozione.
- Definizione, classificazione, fisiologia, e patologia delle emozioni.
- Caratteristiche dei sentimenti.

Stage n°7: Identità e Integrazione
- Concetto di Identità secondo Platone, M. Heidegger, J. Piaget, E.H. Erikson, S. Fischer e S.E. Cleveland, C.G. Jung, E. Pichon-Riviere, M. Buber, J. Lacan, R. Spitz, M. Merleau-Ponty.
- Concetto di Identità secondo Rolando Toro Araneda.
- Lo “Schema dinamico dell’Identità” di Rolando Toro Araneda.
- Identità e musica.
- Identità e vincolo.
- Concetti di integrazione e di dissociazione. Le dissociazioni corporee e i loro correlati psichici.
- Integrazione attraverso la Biodanza.

Stage n°8: Trance e Regressione
- Concetto di trance secondo Rolando Toro Araneda.
- Trance integrante e trance dissociativa.
- Stati modificati di coscienza.
- Classificazione dei diversi tipi di trance.
- Concetto di regressione: ritorno all’origine; rinnovamento organico e riparentalizzazione.
- Regressione integrante e regressione dissociativa.
- Esercizi di Biodanza per i cinque livelli di trance.

Stage n°9: Antecedenti Mitici e Filosofici di Biodanza
- Teoria dell’Inconscio collettivo e degli archetipi di C.G. Jung.
- Miti e archetipi in Biodanza: Demetra e i misteri eleusini, Dioniso e Orfeo.
- Antecedenti filosofici di Biodanza: Eraclito, Pitagora e Cristo.

Stage n°10:  Contatto e Carezza
- Concetto di contatto, di connessione e di carezza.
- Fondamenti scientifici delle terapie di contatto.
- Effetti delle carezze sull’essere umano.
- L’importanza del contatto nello sviluppo della sessualità e dell’affettività.
- Il ruolo del contatto in educazione ed in terapia.

Stage n°11: Il Movimento Umano
- Considerazioni introduttive sul “Modello sistemico del movimento umano” di Rolando Toro Araneda.
- Il “Modello sistemico del movimento umano” di Rolando Toro Araneda.
- Categorie di movimento.
- Movimenti volontari e involontari.
- Il movimento in Biodanza. Modelli naturali di movimento: il camminare, l’abbracciare, i gesti archetipici.
- Decelerazione del movimento: il movimento “al rallentatore”.
- Postura, gesto, danza ed espressione esistenziale.

Stage n°12: Vitalità
- Concetto di vitalità e gioia di vivere.
- Indici di vitalità.
- Autoregolazione.
- Visione integrata della vitalità.

Stage n°13: Sessualità
- Concetto di sessualità.
- Il corpo, fonte del piacere.
- La funzione dell’orgasmo.
- Erotismo indifferenziato e differenziato.
- Repressione della sessualità: Eros e Tanatos (S.Freud e W. Reich).
- Linea di vivencia sessuale: patologie e prescrizioni.
- Tappe dell’evoluzione sessuale nell’adulto.

Stage n°14: Creatività
- Concetto di creatività.
- Creatività esistenziale.
- Creatività artistica.
- Repressione della creatività.
- Tappe di sviluppo della funzione creativa.
- Creatività a partire dalla vivencia.

Stage n°15: Affettività
- Concetto di affettività.
- Componenti strutturali dell’affettività.
- Patologia dell’affettività.
- Indici di affettività.
- Amore, amicizia ed empatia.
- L’etica: un assoluto umano.
- L’affettività in terapia ed in educazione.
- L’intelligenza affettiva.

Stage n°16: Trascendenza
- Concetto di trascendenza secondo Rolando Toro Araneda. Protovivencia di trascendenza. Meccanismi d’azione della Linea della trascendenza. La ricerca della trascendenza.
- Stati modificati di coscienza indotti in Biodanza: stati di trance e di regressione al primordiale; stati di coscienza suprema (estasi, intasi e illuminazione).
- Accesso al meraviglioso.
- L’esperienza suprema.

Stage n°17: Meccanismi d’Azione di Biodanza
- I sei fattori di trasformazione usati in Biodanza: il potere della musica, il movimento integrante, l’induzione di vivencia, l’incontro, la carezza, l’espansione di coscienza. Integrazione dei sei fattori in un’azione simultanea.
- Azione di Biodanza mediante le Cinque linee di vivencia.

Stage n°18: Applicazioni ed estensioni di Biodanza
- Differenze tra applicazioni ed estensioni di Biodanza. 
- Panorama generale delle principali applicazioni ed estensioni di Biodanza.
- Principali applicazioni: Biodanza clinica, Educazione biocentrica, Sistema biocentrico per organizzazioni, Biodanza per coppie, Biodanza per anziani.
- Principali estensioni: Progetto Minotauro, l’Albero dei desideri, Biodanza acquatica, Biodanza e argilla,  l’Identità e i quattro elementi della natura, Missione argonauta, Biodanza e massaggio, Biodanza ed educazione al contatto, Biodanza e neo-sciamanesimo, il Circolo degli archetipi, il Presentimento dell’angelo.

Stage n° 19: Biodanza Ars Magna
- Biodanza e malattie psicosomatiche.
- Fondamenti delle teorie sul contatto.
- Quadro di classificazione delle discipline sportive e delle terapie, strutturato da Rolando Toro Araneda.

Stage n° 20: Biodanza e Azione Sociale 
 - Biodanza e azione sociale.
 - Analisi della patologia della nostra civilizzazione.
 - Cultura dissociativa e cultura biocentrica.
 - Autori i cui apporti alla cultura biocentrica sono stati essenziali.

Stage n° 21: La Musica in Biodanza
- Antecedenti.
- Parametri musicali fondamentali: ritmo, melodia, armonia e tonalità.
- Livelli di esperienza musicale: musica organica e musica inorganica.
- Biomusica: effetti della musica e della danza sugli organi.
- Breve storia dei generi musicali.
- Apporti di Alfred Tomatis, Don Campbell e Jehudi Menuhin.

Stage n° 22: Metodologia I - Semantica Musicale
- Verso una semantica musicale. I contributi di Michel Imberty.
- L’analisi semantica della musica in Biodanza.
- Criteri di selezione delle musiche in Biodanza.

Stage n° 23: Metodologia II - La sessione di Biodanza (parte prima)
- La sessione di Biodanza: significato antropologico, obiettivi, livelli, dimostrazioni pubbliche e sessioni aperte (presentazioni di Biodanza), durata, struttura (parte teorica e parte vivencial).
- Gli esercizi di Biodanza: effetti fisiologici, esercizi basilari ed esercizi specifici, classificazione, la consegna, la musica.
- Strutturazione della parte vivencial: esempi di esercizi di integrazione, di comunicazione affettiva e di comunione, e la loro ubicazione nella struttura della vivencia. Esempi di esercizi specifici di espressione dei potenziali genetici, il passaggio da un esercizio all’altro, attivazione finale.

Stage n° 24: Metodologia III - La sessione di Biodanza (parte seconda)
- Sessione di iniziazione (per principianti).
- Esempi di struttura di sessioni di iniziazione.
- Sessioni di approfondimento e di radicalizzazione della vivencia.
- Intensità della vivencia.
- Esempi di struttura di vivencia di approfondimento e di radicalizzazione nelle Cinque linee di vivencia: Vitalità, Sessualità, Creatività, Affettività e Trascendenza.
- Difficoltà ed errori metodologici.
- Codice per raggiungere una lucidità discriminante che permetta di distinguere il Sistema Biodanza da altre proposte di sviluppo umano.

Stage n° 25: metodologia IV- Il corso settimanale e lo stage di Biodanza
- Il corso settimanale di Biodanza: livelli, il corso d’iniziazione, durata.
- Programma di un corso settimanale di Biodanza: obiettivi globali, stabilizzazione dei cambiamenti evolutivi, obiettivi specifici, spiegazione teorica, esempi di argomenti teorici per la programmazione di un corso settimanale, sequenza degli esercizi e delle sessioni.
- Programma di un corso di iniziazione: parte teorica, parte vivencial, esempi di esercizi di integrazione.
- Programma di un corso di approfondimento e radicalizzazione della vivencia: parte teorica, parte vivencial, esempi di esercizi specifici delle Cinque linee di vivencia.
- Lo stage di Biodanza: livelli, durata, struttura.

Stage n° 26: Metodologia V - Il Gruppo di Biodanza
- Il gruppo di Biodanza, matrice di rinascita: il gruppo di Biodanza; funzioni.
- Integrazione del gruppo di Biodanza: primi momenti, integrazione organica su base affettiva, dinamica del gruppo di Biodanza, un diagramma sociometrico, lavorare sulla parte sana, partecipazione al gruppo settimanale e superamento dei meccanismi di difesa, funzione della parte teorica nell’integrazione del gruppo, “Condivisione verbale delle vivencia” (Relato de vivencia), colloquio individuale.
- Partecipazione dell’operatore di Biodanza alle sessioni che conduce: l’atteggiamento dell’operatore.
- Relazione tra il micro-mondo gruppale ed il macro-mondo sociale. 
- Aspetti sperimentali e fenomenologici di Biodanza.

Stage n° 27: Metodologia VI - Criteri di valutazione del processo evolutivo in Biodanza
- Le categorie di movimento: agilità, controllo volontario intenzionale, coordinazione, elasticità; equilibrio, espressività, flessibilità, fluidità, leggerezza, potenza, resistenza, ritmo, sinergia.
- Altri aspetti motori legati a esercizi specifici di Biodanza: estensione, eutonia, impeto vitale, oscillazione, postura, sensibilità del movimento, sensualità, tono muscolare.
- Capacità di comunicazione affettiva e di contatto in feed-back (reciprocità): capacità di contatto, feedback (reciprocità), sintonizzazione, iniziativa reciproca.
- Capacità di regressione.
- Schede per la valutazione del processo evolutivo in Biodanza: come applicare e utilizzare le schede.

Stage n° 28: Metodologia VII - Approfondimento dell'Elenco Ufficiale degli Esercizi, Consegne e Musiche di Biodanza (1° parte)
- Conoscenza approfondita dell'elenco ufficiale di esercizi, musiche e consegne.
- Ortodossia e coerenza sistemica.
- Proprietà intellettuale di Rolando Toro Araneda.

Stage n° 29: Metodologia Complementare - Approfondimento dell'Elenco Ufficiale degli Esercizi, Consegne e Musiche di Biodanza (2° parte)
- Necessità di un elenco ufficiale di esercizi, musiche e consegne.
- Ortodossia e coerenza sistemica.
- Proprietà intellettuale di Rolando Toro Araneda.

Stage n° 30: Etica e Deontologia

- Etica in Biodanza.
- Orientamento normativo per la professione dell'Operatore di Biodanza.

Stage n°31:  Biodanza e Neuroscienze 
- Le scoperte delle  Neuroscienze e la pratica della Biodanza

Stage n°32:  Progetto Minotauro I
- Conoscenza del Mito del Minotauro e dell'Albero delle Paure creato da Rolando Toro

- Vivencias con sfide personali e/o collettive per ritrovare il Coraggio di superare le proprie Paure

Stage n°33:  Progetto Minotauro II
- Conoscenza del Mito del Minotauro e dell'Albero delle Paure  creato da Rolando Toro

- Vivencias con sfide personali e/o collettive per ritrovare il Coraggio di superare le proprie Paure 

Stage n°34:  L'Albero dei Desideri
- Conoscenza dell' Albero delle Desideri  creato da Rolando Toro

- Vivencias con sfide personali e/o collettive

Stage n°35:  Conferenze I  (teorico vivenciali)
- 6 conferenze su temi affini per approfondire la Teoria della Biodanza e vivencias  

Stage n°36:  Conferenze II (teorico vivenciali)
- 6 conferenze su temi affini per approfondire la Teoria della Biodanza e vivencias

Conferenze Tematiche:

Biodanza nel contesto storico ed antropologico della Danza; Educazione Biocentrica; Storia della Musica, "Caos e Ordine", Riabilitazione esistenziale, Codice deontologico degli Insegnanti di Biodanza, L'Intelligenza affettiva.

 

 

SCUOLA BIODANZA TRIVENETO COLLABORA CON

Biodanza SynCentro Studi Syn
PROSSIMI EVENTI

Servizio calendario google temporaneamente non disponibile

Accedi al calendario completo




Login

Valid XHTML 1.0 Transitional